Che cosa è la realtà aumentata?

La Realtà Aumentata (dall’inglese Augmented Reality) è un sistema di grafica interattiva che permette di intervenire su un flusso di immagini video live, modificando la realtà con l’aggiunta, in tempo reale, di contenuti ed animazioni virtuali.

Se in un primo momento una definizione del genere può risultare complessa o può erroneamente far pensare ad un’associazione alla realtà virtuale o alle tecniche di montaggio e post-produzione video, basta soffermarsi su alcuni concetti fondamentali che rendono la Realtà Aumentata unica nel suo genere.

La differenza fra Realtà virtuale e Realtà Aumentata è che, nel primo caso, ci si trova ad osservare su uno schermo la proiezione di un mondo totalmente fittizio e costituito interamente da oggetti virtuali. Nel secondo caso, invece, innanzitutto non si è vincolati ad una visualizzazione su schermo, ma qualsiasi superficie può diventare un supporto per visualizzare il flusso video in Realtà Aumentata; ciò che viene ripreso, inoltre, è un’integrazione fra immagini reali ed oggetti virtuali.

Per cui:
Realtà virtuale = mondo virtuale
Realtà Aumentata = mondo reale + oggetti virtuali

 

La Realtà Aumentata per la pubblicità e il marketing.

Dato l’enorme impatto visivo in grado di produrre, la Realtà Aumentata è lo strumento ideale per ottenere visibilità. La sua applicazione più comune per scopi commerciali è, pertanto, all’interno di eventi, convention, punti vendita o sul web. Viene utilizzata soprattutto per valorizzare prodotti e servizi attraverso l’animazione di brochure o l’utilizzo dei cosiddetti “chioschi interattivi”, dove è possibile coinvolgere il cliente in esperienze immersive che lo divertono e allo stesso tempo lo informano su brand e prodotti in questione. Grazie allo sviluppo di applicazioni per web e per dispositivi mobili, questi diventano gli strumenti per avere la Realtà Aumentata a portata di mano! Altro concetto fondamentale è l’interattività. Gli oggetti virtuali che “aumentano” il flusso video live non sono statici, ma possono eseguire movimenti ed animazioni in risposta a delle azioni umane. Un esempio più semplice legato alla Realtà Aumentata potrebbe essere una brouche interattiva.

Le applicazioni della realtà aumentata

Come funziona la Realtà Aumentata?

La Realtà Aumentata è una tecnologia software che individua dei punti fissi nello spazio, sui quali aggancia degli oggetti virtuali, come immagini, flusso video, oggetti, scritte 3D, personaggi virtuali, ecc.., permettendogli di seguire tutti i movimenti che avvengono in tempo reale. Per realizzare ed assistere a performance in Realtà Aumentata non è necessario usare occhiali speciali o indossare dispositivi che rendano possibile il tracciamento, eccetto in alcune occasioni particolari, ma basta utilizzare i più comuni smartphone e tablet.

Applicazioni realtà aumentata
Richiedi ora una consulenza gratuita
Realtà aumentata nei musei

Quali sono le possibili applicazioni?

La Realtà Aumentata ha un campo infinito di possibili applicazioni; quelle più conosciute e più datate, relative ai primi esperimenti di Realtà Aumentata, sono quelle nel campo militare e medico. Le potenzialità che si cerca di sviluppare e valorizzare attualmente, però, sono soprattutto relative al campo della comunicazione, del marketing e della pubblicità. In tal senso, infatti, cominciano a diffondersi esempi di Realtà Aumentata che mirano alla promozione di prodotti (come automobili e cellulari), facendosi strada in un campo vastissimo dove la creatività può generare soluzioni divertenti e funzionali senza alcun limite.

La Realtà Aumentata e il turismo

Un supporto tecnologico ai nostri viaggi. L’utilizzo della realtà aumentata è sicuramente molto interessante in ambito turistico. La Geolocalizzazione.

Il turista può:

  • Conoscere la propria posizione e condividerla, ma anche conoscere la posizione delgli altri.
  • Scoprire i Punti di interesse
  • Avere approfondimenti sui luoghi da visitare
  • Avere informazioni su esercizi enogastronomici e commerciali
  • Usufruire di supporti quali: meteo, calcolo percorso, lavori stradali, informazioni sul traffico etc..)

La Realtà Aumentata e la cultura

Il matrimonio avvenuto negli ultimi anni tra realtà aumentata e arte ci sta offrendo esperienze di fruizione culturale sempre più ricche. Uno dei campi più interessanti è quello della valorizzazione del patrimonio artistico. In questo settore, la realtà aumentata sta prendendo via via sempre più piede, con l’obiettivo di arricchire l’esperienza del fruitore e la percezione sensoriale della realtà attraverso livelli aggiuntivi di informazioni multimediali.

La Realtà Aumentata nei musei

Le informazioni della realtà aumentata integrano la percezione delle opere d’arte con letture aggiuntive, utilizzando video 2D e 3D, foto, audio, testi, contenuti geololocalizzati, ricostruzioni virtuali. Un’opportunità di scoperta e di svago che stimola l’interesse del visitatore e la sua fruizione interattiva delle opere. Ed è proprio in questa possibilità di interagire e di avere un ruolo attivo nella fruizione dell’arte che sta il cambiamento fondamentale apportato dall’utilizzo della tecnologia di realtà aumentata in ambito artistico e culturale.